Microsoft Desktop Remoto

Errore di archiviazione delle bitmap nella cache

Oggi un cliente mi ha chiamato perché gli compariva una finestra con il titolo Errore di archiviazione delle bitmap nella cache. Poi la finestra conteneva questo testo: “Disco pieno o directory della cache mancante o danneggiata. Alcune bitmap potrebbero non essere visualizzate. Si consiglia di disconnettersi e riconnettersi di nuovo per disabilitare l’archiviazione delle bitmap nella cache.”

Errore di archiviazione delle bitmap
Errore di archiviazione delle bitmap

La finestra d’errore compariva tentando di accedere ad un server remoto tramite il Desktop Remoto. Premendo sul pulsante “OK” della finestra poi tutto funzionava regolarmente. Se invece si chiudeva la finestra con la X, la connessione al server remoto avveniva ma il computer si impallava quasi rendendolo inutilizzabile. In un secondo tentativo di connessione la finestra non compariva più ma ad ogni successivo riavvio del computer eccola di nuovo.

Come spesso accade i consigli della finestra d’errore non sortivano alcun effetto positivo. La finestra infatti consiglia di disconnettersi e riconnettersi ma se non premevi il tasto “OK” la finestra ricompariva inesorabilmente. Comunque, come detto, ad ogni riavvio del computer.

Il disco, come indicato dal messaggio, non era pieno, tutt’altro. Era più probabile che la directory della cache fosse mancante o danneggiata, sempre come indicava il messaggio.

Se si desse retta al messaggio che chiaramente è preimpostato, verrebbe da pensare che il disco fisso abbia qualche problema. Ma questa cosa non mi convinceva. Quindi dopo aver studiato il problema sono riuscito a capire quale fosse.

A questo punto passiamo alla descrizione di come ho risolto questo nuovo, almeno per me, problema mai visto prima, nonostante i 25 anni di lavoro come tecnico informatico di cui 20 come libero professionista.

Risolviamo il problema Errore di archiviazione delle bitmap nella cache

Apri la cartella %USERPROFILE%\AppData\Local\Microsoft\Terminal Server Client\Cache. Puoi farlo da “Esegui” che si avvia premendo contemporaneamente il tasto “Windows” e R” oppure scrivi “Esegui” o “Run” dopo aver cliccato sul tasto “Start”. Oppure sfogli le cartelle ricordandoti che la cartella “AppData” è nascosta e la variabile %USERPROFILE% corrisponde alla cartella con il nome del tuo utente.

Ora cancella il file bcache24.bmc o anche tutti quelli che sono contenuti nella cartella tanto non succede niente di male.

close

ISCRIVITI ALLA NEWS LETTER
NON COSTA NIENTE!!!

Potrai essere aggiornato ogni volta che esce un articolo.
È gratis, interessante e non invasiva.
I TUOI DATI NON VERRANNO MAI CEDUTI A NESSUNO E PER NESSUNA RAGIONE.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Ciao e Benvenuto nel Blog di Fabio Bernini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: