RemoteApp

Avviare RemoteApp

Nel precedente articolo ho mostrato come Configurare le RemoteApp con Windows Server, ora è il momento di passare ad avviare le RemoteApp.

Sinteticamente: le RemoteApp sono programmi residenti in un server interno alla rete o remoto che si possono aprire nel nostro computer come se fossero installate su di esso.

Prima devi aver configurato un server con Windows Server 2016, Windows Server 2019 o Windows Server 2022 per questa funzione. Nell’articolo sopra menzionato ci sono le istruzioni. Il server dell’articolo è stato elevato a Controller di Dominio. Vedremo che questa informazione ha la sua importanza.

Avviare le RemoteApp passo a passo

  1. Avvia sul computer client un browser (Edge, Chrome o Firefox) e inserisci questo indirizzo: https://nomedeltuoserver/rdweb

Avviare RemoteApp

NOTA BENE: per avviare una RemoteApp, se il computer client ha effettuato il join al Dominio allora il nome host (completo del domino, ad esempio nomeserver.dominio.local) del server va bene. Altrimenti se il client non fa parte del Dominio allora al posto del nome host va messo l’indirizzo IP privato del server, se il server è nella stessa rete. L’indirizzo IP pubblico del server se è remoto, ovvero in un altro posto. Se il client è nella stessa rete e vuoi comunque utilizzare il nome host, allora dovrai configurare l’IP privato staticamente nella scheda di rete. Poi inserire come indirizzo IP del DNS, l’indirizzo IP privato del server. Esempio: se l’indirizzo IP privato del server è 192.168.1.1 il medesimo indirizzo andrà impostato come DNS. Ovviamente il server dovrà avere installato e configurato il ruolo DNS. Ma in Controller di Dominio generalmente va da sè.

  1. Ora ti si aprirà una pagina web. Qui dovrai inserire il nome utente e la password di un utente abilitato alle RemoteApp sul server. Ricorda: nel nostro caso è un Controller di Dominio. Quindi il nome utente deve essere completo del dominio. Esempio: nomedominio\utente.

Avviare RemoteApp

  1. Adesso hai accesso ai programmi che hai configurato nel server quali RemoteApp e che vuoi avviare. Nel nostro esempio la calcolatrice e Notepad++

Avviare RemoteApp

  1. Bene, clicca sopra l’applicazione che vuoi avviare come RemoteApp. Vedrai che ti viene chiesto dove salvare un file. Salvalo dove vuoi e poi ritrovalo. Siamo pronti ad avviare una RemoteApp

Avviare RemoteApp

  1. Ora che hai ritrovato il file per avviare la RemoteApp, cliccalo due volte e ti vedrai avviare la RemoteApp che avevi scelto. Nel mio caso Notepad++

Facciamo alcune considerazioni e probabili errori

Abbiamo già detto che il server per avviare le RemoteApp è un Controller di Dominio. Qualora il computer client non facesse parte del dominio, quando cliccherai due volte il file scaricato al punto 4, riceverai un errore invece di avviae una RemoteApp. Questo perché la configurazione del file scaricato indirizza verso il nome host del server. Non avendo pertanto configurato nella scheda di rete l’indirizzo IP privato del server come indirizzo DNS, il client non troverà il nome del server.

Adesso possiamo fare due cose:

  1. Imposta appunto l’indirizzo IP privato del server come indirizzo DNS nella nostra configurazione di rete
  2. Modifica il file scaricato sostituendo nella direttiva full address:s: l’indirizzo IP privato del server al posto del nome host che troverai inserito automaticamente. Se il server non è interno ma è remoto, si rende obbligatorio sostituire il nome host del server con l’indirizzo IP pubblico. Pubblico non privato! Anche se per sicurezza sarebbe sempre meglio effettuare collegamenti in desktop remoto dietro un VPN. Quindi per un server che si trova chissà dove, il punto uno non va.

Se vuoi o devi optare per il punto 2 guarda cosa devi fare per avviare la RemoteApp:

  1. Clicca con il tasto destro del mouse sopra il file che hai scaricato precedentemente. Dal menù scegli “Apri con” e dal menù successivo “Notepad”. Se non hai Notepad nella lista, clicca su “Scegli un’altra app” e cercalo.

  1. Cerca all’interno del file la direttiva full address:s: e sostituisci il nome host del server con l’indirizzo IP privato o pubblico del server secondo la tua necessità. Nell’esempio di seguito il nome host è stato sostituito con l’indirizzo IP privato 192.168.10.102 che corrisponde all’indirizzo IP del server.

close

ISCRIVITI ALLA NEWS LETTER
NON COSTA NIENTE!!!

Potrai essere aggiornato ogni volta che esce un articolo.
È gratis, interessante e non invasiva.
I TUOI DATI NON VERRANNO MAI CEDUTI A NESSUNO E PER NESSUNA RAGIONE.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Ciao e Benvenuto nel Blog di Fabio Bernini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: